100

Videonaria

Made in Trentino
info@videonaria.it

Joe Barba s.r.l
P.Iva e C.F. 02442180226

Via per Telve 62/5 – 38051
Borgo Valsugana – TN – Italia

Cookie / Privacy
©2020 Credits

Stregoni – Teaser

Il documentario racconta due anni e mezzo passati con la band Stregoni, il progetto musicale di Johnny Mox e Above the Tree con l’intento di comprendere, attraverso il linguaggio della musica, ciò che accade all’interno e all’esterno dei confini di un continente che sta vivendo la peggiore crisi politica dalla creazione dell’Unione.

È un vero esperimento musicale dal vivo che, attraverso una serie di show-workshop, nei centri di accoglienza e nei club di tutta Europa, cerca di raccontare cosa succede ogni giorno non in mare, non ai margini dei deserti, ma al centro delle nostre città .

Johnny Mox e Above The Tree prendono la musica che i rifugiati e richiedenti asilo ascoltano e hanno sul loro smartphone per creare loop in tempo reale, frammenti sonori su cui costruire composizioni originali.

Gli smartphone sono lo strumento narrativo principale nel progetto Stregoni. Raggiungere l’Europa senza uno smartphone è quasi impossibile. Il credito telefonico viene utilizzato al posto del contante come mezzo di pagamento per acquistare beni di consumo e i telefoni cellulari offrono preziosi strumenti di navigazione GPS, in grado di memorizzare centinaia di immagini e video e, soprattutto, molta musica.

Quello musicale è il punto di partenza del viaggio Stregoni. Una colonna sonora che mira a raccogliere le voci e i suoni delle persone che lottano lungo i confini del Vecchio Continente.

L’obiettivo finale del progetto Stregoni è quello di camminare sulle orme dei migranti da Lampedusa a Malmo in un lungo viaggio verso nord: Lampedeusa, Roma, Brennero, Parigi, Calais, Bruxelles, Amsterdam, Amburgo, Copenhagen e Malmö: cosa sta succedendo nel Vecchio Continente?

Elettro-tribalismo, hip hop, psichedelia, afro e gospel si fondono con la musica che suona attraverso le cuffie dei migranti respinti. Da uno spettacolo all’altro, musicisti con origini e origini diverse condivideranno il palco con Johnny Mox e Above The Tree, in un puro esperimento di stregoneria

Articoli correlati

Sarà tuo il prossimo?